Seleziona una pagina

 

LE SACCHE DI LIQUIDO AMNIOTICO

In questi mesi, impegnata nella stesura del mio prossimo libro sulla tematica “Costellazioni e Sistema Gemellare”, alla ricerca di materiale fotografico, sono rimasta impressionata dalla quantità di immagini che rappresentano ecografie del “vanishing twin” (gemello che scompare) condivise su Google, in cui si vedono chiaramente molteplici sacche di liquido amniotico all’interno dell’utero. 

I clienti impegnati nelle Costellazioni Gemellari, nel far luce sulle problematiche legate al proprio vissuto prenatale, distinguono solitamente almeno cinque sacche di liquido amniotico: così come dalla propria sacca si rapportano ai fratelli delle altre sacche, allo stesso modo si rapportano al mondo; il modo in cui, durante la gestazione, sono state percepite le altre sacche di liquido amniotico (diverse da quella di appartenenza) rispecchia il sentire del cliente verso i vari ambiti della vita, ed i rapporti più o meno sofferti con i fratelli al di là del velo pregiudicano i rapporti inconsciamente a loro attribuiti; le maggiori ripercussioni di ciò si verificano nella sfera relazionale e in ambito lavorativo. 

In ambito professionale le incidenze si osservano, ad esempio, riguardo alla vocazione ed al lavoro realmente svolto: la vocazione rappresenta i fratelli che si trovavano in una sacca più lontana da quella del cliente, con la quale quest’ultimo non ha avuto un pur minimo contatto fisico; le sacche più lontane da quella di appartenenza sono, spesso, tra le prime che il cliente scorge, in una fase di sviluppo iniziale, in cui i corpi non sono ancora ben formati: a causa di ciò sono spesso percepite come luminose ed associate ad una dimensione spirituale ed idealizzata; per contro l’attività lavorativa realmente svolta, spesso non apprezzata o giudicata di poco conto, è associata ad una sacca con la quale il cliente ha interagito a stretto contatto: trattandosi di una sacca successiva gli embrioni che vi si trovano sono già più sviluppati e vanno quindi in decomposizione, appesantendo ulteriormente lo strazio del sopravvissuto e conferendo alla sua percezione dell’ambito lavorativo una connotazione negativa.

Il rapporto tra le sacche influisce anche sul rapporto tra prestazione lavorativa e la consona retribuzione, cosi come sulla possibilità di fare carriera.

Esistono casi, non rari, in cui il cliente si sostituisce ad uno dei fratelli che osserva al di là del velo, imitandone il comportamento (secondo il meccanismo spiegato dalla teoria dei neuroni specchio), spesso “facendosi più grande” e vivendo esclusivamente in quell’ambito.  Questo comportamento è alla base di quello che viene definito burn-out: energeticamente un gemello che è piccolo nel proprio sistema non riesce a tenere la posizione di uno grande, se non con un dispendio energetico altissimo che, se protratto a lungo, porta ad un crollo psicofisico.